Chiesa di S. Maria del Soccorso

 

Posta sulla collina di Monte Tiberio, sui ruderi della Villa Jovis, la chiesa di S. Maria del Soccorso rappresenta uno dei santuari più amati dagli isolani, insieme alla chiesa di S. Maria a Cetrella sull’omonimo monte e alla scomparsa S. Maria della Libera sulla collina del Castiglione. A queste tre Madonne i Capresi, specie i naviganti, si sono sempre rivolti per invocare aiuto e protezione nei momenti di pericolo. Tutti e tre gli edifici sacri furono costruiti sui resti di antiche fabbriche romane che si trovavano sul posto, sia per recuperare materiale di spoglio, ma soprattutto per affermare i valori cristiani sui luoghi pagani.
In una mappa dell’isola, tra le più antiche che si conoscano, disegnata nel 1562 dallo studioso napoletano Fabio Giordano, il monte Tiberio, sul quale sorge la chiesetta di S. Maria del Soccorso di Capri, è indicato come monte di San Leonardo e della Beatissima Maria. Risale quindi a molti secoli fa il culto dei Capresi verso la Madonna del Soccorso che, peraltro, era venerata ed onorata anche dai marinai che con le loro imbarcazioni attraversavano il tratto di mare tra la Punta Campanella e la Punta del Capo.

Per conoscere meglio la storia della chiesa, è possibile scaricare la monografia realizzata dal Centro Documentale.

 

Registrazione nuovo utente
*Campo obbligatorio

[membri]  [/membri]

 

“Note storiche sulla Piazza di Capri” di Giuseppe Aprea

Pubblichiamo il saggio di Giuseppe Aprea “Note storiche sulla Piazza di Capri” apparso sulla rivista Conoscere Capri n.1, anno 2003, “Ciclo di conferenze sulla storia e la natura dell’Isola di Capri”, Capri – Anacapri, novembre 2002 – aprile 2003. L’autore ricostruisce la formazione e la nascita della famosa Piazzetta di Capri che, da luogo di riunione della comunità caprese e sede del mercato, è divenuta un sito di fama internazionale.

 

 

 

 

 

 

Registrati per poter continuare nella consultazione

 

Registrazione nuovo utente
*Campo obbligatorio

[membri]  [/membri]

 

“Capri nella Grande Guerra” di Enzo di Tucci

In occasione dell’attuale congiuntura pandemica e dei suoi preoccupanti effetti sul tessuto sociale ed economico di Capri ci è sembrato utile suggerire la lettura del saggio Capri nella Grande Guerra.

Anche se le condizioni storiche, ambientali ed economiche dell’epoca non sono ovviamente comparabili a quelle odierne, si possono comunque trovare interessanti analogie. Soprattutto conoscere come la comunità caprese reagì a quel devastante avvenimento che fu la Prima Guerra Mondiale e quali iniziative furono intraprese per fronteggiare le enormi difficoltà del momento.

 

 

 

 

Registrati per poter continuare nella consultazione

Registrazione nuovo utente
*Campo obbligatorio

[membri]  [/membri]

“La cappella di S. Angelo Sopramonte a Capri – Un gioiello nascosto” di Enzo Di Tucci

Ricostruzione storica ed architettonica di uno dei più antichi luoghi di culto dell’Isola di Capri dalla sua fondazione fino alla chiusura avvenuta agli inizi dell’Ottocento. Saggio pubblicato in occasione della conferenza di Enzo Di Tucci tenuta presso il Centro Documentale di Capri l’11 febbraio 2017.

 

Registrazione nuovo utente
*Campo obbligatorio

[membri]  [/membri]

“Il pittore Mikhail Ogranovitsch a Capri” di Giuseppe Aprea

 

              Mikhail Ogranovitsch

 

 

Registrati per poter continuare nella consultazione

Registrazione nuovo utente
*Campo obbligatorio

[membri]  [/membri]

Storia della famiglia Arcucci

Mons. Antonio Canale è noto per aver pubblicato nel 1887 una delle prime storie dell’Isola di Capri dal titolo “Storia dell’Isola di Capri dall’età remotissima sino ai tempi presenti”. Alcuni anni fa fu riscoperto un suo manoscritto sulla antica e nobile famiglia caprese degli Arcucci alla quale sono appartenuti numerosi esponenti di primo piano di questa isola. Il manoscritto fu integralmente pubblicato sulla rivista di storia locale “Il Caprifoglio” insieme all’albero genealogico della famiglia, secondo quanto ricostruito dallo stesso Canale.
Provenienti dalla costiera amalfitana, gli Arcucci si stabilirono a Capri intorno alla metà del XII secolo dove acquistarono diversi fondi di terreno ed altre proprietà. Tra i più illustri rappresentanti di questa casata ricordiamo il conte Giacomo Arcucci, ministro della regina Giovanna I d’Angiò e fondatore del monastero certosino di S. Giacomo e il medico Gennaro Felice Arcucci, che fu uno dei principali esponenti della Repubblica Partenopea del 1799. Per questo suo ideale fu processato ed impiccato a Piazza Mercato a Napoli nella sanguinosa repressione disposta dai Borboni dopo il loro ritorno sul trono. Il suo nome compare sulla lapide dedicata ai martiri della Rivoluzione all’ingresso del Municipio di Napoli. Un’altra lapide che lo ricorda fu apposta sulla facciata del Municipio di Capri in occasione dei cento anni dalla sua morte.

Mons. Antonio Canale – autore della “Storia della famiglia Arcucci” Probabile vero ritratto del conte Giacomo Arcucci (Certosa di S. Giacomo) Lapide a Gennaro Felice Arcucci (facciata del Municipio di Capri)

 

Registrati per poter continuare nella consultazione

Registrazione nuovo utente
*Campo obbligatorio

[membri]  [/membri]

 

“Capri nel ‘700 una metamorfosi” di Mimmo Oliviero

Ricostruzione topografica di Capri e del suo assetto stradale prima degli sconvolgimenti causati dalle occupazioni militari inglesi e francesi nei primi anni dell’Ottocento. Saggio pubblicato in occasione della conferenza dell’arch. Mimmo Oliviero tenuta il 23 settembre 2014 sul terrazzo del Centro Documentale dell’Isola di Capri.

Registrazione nuovo utente
*Campo obbligatorio

[membri]  [/membri]

Castromaiore e Nimfisa

 

Note per l’identificazione delle cittadine medioevali dell’isola di Capri

a cura di Giuseppe Aprea

Registrazione nuovo utente
*Campo obbligatorio

[membri]  [/membri]

La Presa di Capri

LA PRESA DI CAPRI

Brevi note sulla spedizione militare franco-napoletana che strappò l’isola di Capri agli Inglesi

pubblicate nel secondo centenario dell’avvenimento (4 ottobre 1808 – 4 ottobre 2008)

Testo di Enzo Di Tucci – Immagini e grafica di Giuseppe Aprea.

Registrati per poter continuare nella consultazione

Registrazione nuovo utente
*Campo obbligatorio

[membri]  [/membri]